aprire un negozio con questa guida.

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

HOME QUALE NEGOZIO APRIRE ? CONTATTI ACQUISTA AUTORE


 

libro Come aprire un negozio da zero ?pdf

Vuoi aprire un Negozio, ma non sai quale ?

Vuoi sapere quanti soldi ci vogliono per aprirlo ?

Per rispondere a queste e ad altre domande del genere continua a leggere sotto !

Scopri come puoi risparmiare con le tasse se sei giovane e tutti i vantaggi che ti spettano di diritto !

tabletcomprarecellularenotebook

Ebook su come aprire il tuo negozio e che ti aiuta a studiare bene il tuo futuro !

come aprire un negozio risparmiando tanti soldi !

"COME APRIRE UN NEGOZIO DA ZERO", questo è il titolo d'ebook che spiega passo dopo passo come avviare una propria attività commerciale, composto da 101 pagine dove all'interno troverai tante informazioni che ti aiuteranno ad evitare errori nell'apertura del negozio che desideri aprire, il libro contiene indicazioni sui vantaggi e svantaggi del franchising, aiutandoti a valutare la giusta decisione e dicendoti la verità su di una eventuale scelta verso la formula del franchising , e non solo ! se non hai ancora un idea su quale negozio aprire troverai un metodo diviso in due sistemi, che ti aiuterrano a capire il tipo e la giusta attività che fà per te se invece hai già un idea grazie a questo metodo riuscirai a capire se si tratta di una buona idea.

Una guida che t'insegnerà come gestire il budget disponibile e quello riservato alla merce, quali spese dovrai affrontare, a cosa stare attenti prima di firmare un contratto d'affitto e quali sono i diritti da far rispettare, quali pratiche burocratiche dovrai affrontare nell'avvio del negozio come quella di aprire una partita IVA, Camera di Commercio e tanto altro, inoltre il libro digitale contiene anche trucchi e consigli su come risparmiare, dall'arredo a come trovare i migliori fornitori della zona e quali strumenti pubblicitari più economici da utilizzare per farti conoscere.

Questo ebook è una sorta di manuale che ti spiega anche come disporre sia l'arredo che la merce nel miglior modo per vendere di più, approfondisce argomenti come studi di marketing , gestire il primo contatto con il cliente, tecniche di vendita persuasiva e tante altre informazioni che nessuno ti dice, perchè nell'ebook troverai tutta l'esperienza personale nell'avviare un'attività commerciale che solo un esperto negoziante può darti, leggendo questo manuale capirai quali spese dovrai affrontare e quali tasse e tributi dovrai pagare aprendo una ditta individuale per il commercio, in questo modo ti renderai conto se il budget di cui disponi possa bastare, anche perchè in questo periodo di crisi si deve evitare di sbagliare, sotto trovi le testimonianze di chi ha letto l'unico libro digitale in Italia di 101 pagine capace di darti tutte le nozioni necessarie che difficilmente troverai in giro, risparmiando cosi tanto tempo in inutili ricerche verso informazioni imprecise, non perdere tempo ogni minuto è prezioso per realizzare il tuo futuro lavoro.

Ecco delle testimonianze di chi ha letto il libro digitale

commercio

(Grazie alle informazioni contenute nel tuo libro ho risparmiato molto tempo e tanti soldi soprattutto per quanto riguarda la gestione del budget )
aprire-fioraia
(Grazie ai tuoi consigli sono riuscita ad aprire il negozio che sognavo da tempo, prima ero molto confusa ma dopo che ho letto il tuo ebook tutto è stato più chiaro, anche perchè il libro ti guida passo dopo passo come una sorta di manuale)

avviare attività

( Io non sapevo cosa aprire, quale attività avviare ma leggendo il tuo libro e grazie ai due sistemi di marketing sono riuscito a capire quale attività commerciale dovevo aprire)

Condividi il nostro eBook con qualche tuo amico che vuole aprire un attività commerciale in futuro potrebbe ringraziarti per questo gesto generoso.

documentazione aprire negozio

clicca sotto per visualizzare in anteprima i capitoli dell'ebook

attività-commerciale

 

Capitoli del libro clicca qui

capitoli

 

 

ATTENZIONE !! Quali sono i vantaggi che otterrai con questo ebook

errori comuni da evitare Risparmierai tanti soldi , conoscendo gli errori comuni.

come aprire una partita iva Apprenderai tante informazioni importantissime su come aprire un negozio burocraticamente (partita iva, camera di commercio, inps, ecc).

franchising convine o no consiglioLà verità sui vantaggi e svantaggi dei franchising che nessuno svela.

quale idea Imparerai il metodo logico che ti aiuterà a capire e avere un idea su che tipo di negozio aprire e in che zona aprirlo.

come trovare i fornitori scoprirai come trovare fornitori più economici, della tua zona.

gestire un clienteSe sei giovane conoscereai un metodo legale che ti farà risparmiare tanto con le tasse, alcune non le dovrai proprio pagare.

risparmiare sull'arredo del negozio scoprirai 2 metodi su come acquistare l'arredo del tuo negozio risparmiando soldi.

come vendere in un negozio Imparerai le tecniche di vendita persuasiva che nessun negoziante ti svela.

come pubblicizzare il mio negozio Imparerai come pubblicizzare il tuo negozio, conoscendo gli strumenti pubblicitari più economici e di grande comunicazione.

 

negozio intimo

Da un momento all'altro l'autore potrebbe decidere di ritirare l'offerta anche tra qualche minuto !

 

Offerta Ebook a € 8,90 ! invece di € 14,90

 

Approfitta di questa occasione offerta dall'autore in questo periodo di crisi solo per chi vuole veramente costruirsi un futuro.

...Ti sei mai chiesto perchè alcuni negozi hanno SUCCESSO ... penserai che sia dovuto dalla dedizione, intelligenza o al talento del titolare ! MA NON è COSI ! La differenza sta in ciò che ognuno di noi conosce e da come si fa uso della conoscenza e questo ebook ti offre tutto il necessario per aprire un negozio di successo.

ISTRUZIONI PAGAMENTO: Se non hai un conto paypal e paghi direttamente con una carta di credito o carta prepagata come ad esempio la postepay, dopo aver effettuato il pagamento dovrai cliccare su TORNA AL SITO come vedi nell'immagine sotto indicata dalla freccia:

guida attività giovaniledove potrai scaricare il tuo ebook "come aprire un negozio da zero " cliccando successivamente su "scarica ora" ed in pochi secondi verrà scaricato sul tuo computer, vi raccomandiamo d'inserire durante l'acquisto la vostra vera e-mail per ricevere la ricevuta del pagamento, per altre informazioni rivolgersi alla sezione contatti.

P.S. E RICORDA che € 8,90 li puoi rifare di nuovo, ma il tempo che stai perdendo in cerca d'informazioni sbagliate non ritorna più indietro.

P.S.S è solo un piccolo contributo per tanti mesi di lavoro.

come

istruzioni su come avviare

___________________________________________________________________________________________________________________________________

"Consiglio dell'autore "

Prima di aprire un negozio bisogna essere informati, per non commettere errori gravi,e per non buttar via tanti soldi ,quando aprii il mio primo negozio non sapevo nulla su come gestire un'attività, e me la sono vista veramente brutta anche economicamente, poi ho imparato i trucchi e segreti del mestiere che nessuno ti dice gratuitamente e che impari sul campo a tue spese, e ho deciso di aiutare chi non sa nulla su come aprire una propria attività commerciale, che se fatta bene diventa molto gratificante e indipendente, perchè si può gestire il tempo come meglio si crede, inoltre scoprirai tutte le informazioni necessarie per avviare un negozio partendo da zero senza avere nessuna esperienza nel settore ,perchè penserò a spiegarti tutto io nell'ebook, grazie alle molteplici competenze ho acquisito negli anni.

Voglio ricordare ai nuovi lettori del libro che possono inviare la propria testimonianza alla sezione contatti.

_____________________________________________________________

 

P.Iva 03324460611

 

il sito e l'ebook come aprire un negozio da zero sono protetti dai diritti d'autore @

 

https://plus.google.com/u/0/114525731926332327604?rel="author"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mi chiamo Ubaldo.S autore ma tutti mi chiamano Ubaldo. Questa è la mia home page: Come fare per aprire, (città) la tua attività eBook informativo pieno di informazioni importanti.

 

 

 

 

 

 

Sito ufficiale dell'ebook "come aprire un negozio da zero " 2012

come aprire un negozio di intimo, articoli sportivi, abbigliamento, franchising, detersivi,enotec,winbar ferramenta,colorificio,caseificio,alimentari,merceria,sartoria,assistenza,computer,cellulari,telefonini,attività commerciale, esercizio commerciale, come posso aprire un bar o locale pub, sala giochi, tabacchi, autoricambi magazzino,vorrei avere delle in formazioni al riguardo, esiste ina guida,video o manuale che mi aiuti a documentarmi, e che mi dia dei consigli al riguardo anche come un forum, o un libro va lo stesso bene, dove posso trovare queste notizie, inoltre vorrei che qualcuno rispondesse alla mia domanda su quale negozio devo aprire in questo periodo di crisi, quale negozio funziona ancora e va avanti guadagnando mentre quali sono i negozi che stanno chiudendo , quanti soldi ci vogliono per aprire un negozio qualè il budget richiesto, e le tasse quali e quante se ne devono pagare a chi posso chiedere tutte queste cose, io non ho esperienza e vorrei saperlo da un professionista o qualcuno che abbia le giuste competenze per rispondere alle mie domande, dove trovo le risorse gratuite un tutoria o una guida free gratis che spiega come funziona e a cosa vado incontro , qual'è il giusto periodo per aprire un negozio, e per non chiedere subito, ho paura di commettere qualche errore perchè sono disoccupato e vorrei crearmi il mio futuro grazie ad un negozio e scopri anche informazioni su un negozio di bigiotteria, o cosmetici..

informazionisull'apertura di un'attività scarpe, accessori e pasticceria, come si apre un negozio compro oro e argento? qualcuno mi sà dare delle notizie inerenti a questo esercizio commerciale.

abbigliamento per adulti, donne e quindi femminile e per bambini, si tratta di un semplice magazzino che deve avere un normale registratore di cassa fiscale, tutto stà nel trovare i giusti fornitori, e tutto cambia anche in base alla firma, può richiedere ad un franchising se puoi aprire un punto nella zona della tuà città oppure ne puoi fare uno tu multimarche con vari brand, le informazioni necessarie e le documentazioni le trovi in questo favoloso documento che come una sorta di guida ti spiega tutte le procedure che dovrai eseguire ed aaffrontare per questo lavoro devi avere una partita iva che chiederai all'agenzia delle entrate attraverso il tuo commercialista o consulente di commerciale, poi ti dovrai iscrivere alla camera di commercio anche se adesso avviene tutto automaticamente grazie alla nuova procedura immessa dall'ente delle agenzia delle entrate che si chiama proprio comunica in effetti si tratta di avvertire i principali enti ineressati alla tuà attività, poi dovrai pagare gli oneri prevvidenziali all'inps, dopo di chè dovrai affittare un locale commerciale in un posto adeguato poi dovrai acquistare l'arredo con vetrine,banconi registratore ecc, infine dovrai trovare i fornitori che ti porteranno gli articoli destinati allla vendita, dovrai fare l'inaugurazione della tua attività lavorativa, e tanta pubblicità che potrai fare attraverso i vari mezzi di comunicazione pubblicitaria dopo tutto questo dovrai essere fiducioso in quello che farai e continuare a resistere, proprio perchè oggi la crisi è tanta e bisogna sperare che tutto possa andare nel modo giusto specialmente se per aprirlo hai richiesto dei finanziamenti di nome prestito onore che danno alcuni soldi a fondo perduto e altri li dovrai ridare indietro, ti assicuro che il budget e abbastanza oneroso e ti permette di fare tutto quello che vuoi, con questo credo di aver risposto alla tua domanda che diceva dove trovo i finanziamenti ?. è molto importante impostare e sapere quanto budget occore per questo lavoro di commerciante, inoltre per chi si chede della dovuta licenza comunale essa è stata eliminata per le attività che hanno un locale minore di 250 mq e questo è da ringraziare alla legge bersani che come una sorta di liberatoria ha permesso un maggiore sviluppo dell'imprenditoria giovanile, facendo in modo di poter svolgere senza permesso ai comuni tranne quella d'inviare una lettera di avvertimento della propria apertura per non avere problemi futuri.e grazie a questa guida se ti stai chiedendo come aprire un negozio risparmiando con le tasse ? in questo libro trovi certamente le risposte giuste per spende pochi soldi comunque esistono anche i finanzimenti per le attività commerciali atte a favorire l'imprenditoria giovanile con un prestito finanziario che permette di avviare la propria attività commerciale comunque una somma precisa dovrà essere restituita dopo cinque anni, è anche possibilie informarsi all'informagiovani della propria città per avere precise informazioni.Prima esperienza sull'apertura di un'attività vorrei sapere informazioni riguardanti prestiti d'onore o incentivi regionali per l'apertura di un negozio per un giovane, conoscere gli incentivi che ti sovvenzionano per un'attività commerciale, destinati all'imprenditoria giovanile maschile e femminile, e nel libro trovi anche importanti informazioni per risparmiare sulle tasse come iva irpef ecc, come si apre un attività di prodotti tipici quale documentazione licenza e permesso del comune.Informazioni sui prestiti finanziari per i giovani e i nuovi incentivi per le imprese e negozi aperti dai giovani fino a 35 anni di età. agevolazioni finanziare che ti permettono di risparmiare e aprire la propria attività con prestiti finanziati dalle banche.negozio articoli per infanzia abbigliamento cappellini per bambini da 0 a 13 anni intimo e capi firmati outlet, come aprire una profumeria con prodotto cosmetici e profumi vari, negozio di console e accessori come si avvia un negozio di giocattoli con tutti articoli per bambini da 0 a 15 anni come fare oppure mi piacerebbe aprirne uno di biciclette con assistenza e riparazione o anche uno che vende strumenti musicali un'attività commerciale che mi permetta di lavorare.

Dopo aver effettuato tutte le verifiche necessarie del locale commerciale che intendiamo affittare, possiamo passare finalmente alla burocrazia, e cioè all’atto di aprire la nostra attività commerciale burocraticamente, prima d’iniziare ti voglio premettere che le informazioni che ti sto per dare sono quelle dettate dalle normative vigenti, ma questo non significa che puoi fare tutto da solo, questa parte del manuale ti dà le informazioni dettagliate ma dovrai comunque rivolgerti ad un consulente commerciale, un ragioniere o commercialista che oltre a sbrigarti la pratica dell’apertura della tua attività, ti dovranno anche seguire la contabilità del tuo esercizio per tutta la sua durata, svolgendo operazioni  come caricare e scaricare fatture, presentare la tua dichiarazione dei redditi annuale, fare i conti dell’iva che devi pagare ogni trimestre e Irpef e altro ancora, quindi ti ripeto questa parte del manuale è solo a scopo informativo, per non farti commettere errori e informarti a cosa vai incontro, ma devi comunque avere la consulenza di un professionista del settore, questo non mi stancherò mai di ripetertelo.

 

Bene dopo aver sottolineato il mio pensiero  riguardante il ruolo del  commercialista, possiamo finalmente proseguire, allora devi sapere che per aprire un’attività commerciale c’è bisogno della Partita iva che viene rilasciata dall’agenzia delle entrate e con essa và scelto il codice attività (codice ATECO), sarà il tuo commercialista a consigliarti quello in base all’attività da te scelta.

 

 Non possono  aprire una partita iva coloro che hanno dichiarato fallimento o abbiano riportato condanne penali almeno ché non siano provvisti di  una riabilitazione, e con questo chiudo la parentesi e  quindi il tuo commercialista, ti farà scegliere il nome del tuo negozio, e si presenta all’Agenzia dell’entrate con un tuo documento,  intestandoti una partita iva con l’indirizzo del locale che hai affittato e il nome da te scelto, da quel momento hai già una ditta individuale intestata, con il proprio numero di partita iva, poi bisogna trasmettere  tutto questo al registro imprese della Camera di Commercio che ti richiede il certificato di agibilità del locale che hai affittato, adesso hai capito perché è importante questo certificato,  poi  successivamente  dovrai  pagare   circa    € 80,00 in su ogni sei mesi questa somma è quella che si paga  nel momento in cui ti scrivo e dovrai pagarla per tutta la durata della tua attività.

Successivamente il tuo commercialista  dovrà comunicare l’apertura della tua attività commerciale all’Inps alla quale dovrai versare annualmente gli oneri provvidenziali, che saranno circa per un commerciante di 3.000,00 euro all’anno in su, queste sono quelle spese che ti accompagneranno insieme al pagamento del commercialista in tutta la durata della tua attività.

 

 Sempre per dovere d’informazione devi sapere che la burocrazia ha fatto passi in avanti con la nascita della “comunicazione unica “  chiamata anche ComUnica che a differenza del sistema tradizionale trasmette telematicamente l’apertura della propria attività commerciale più velocemente agli enti interessati, inviando la documentazione ad un solo destinatario che provvederà ad avvisare contemporaneamente Camera di commercio, Inps, agenzia delle entrate ma questo è un vantaggio per il commercialista che può sbrigare la tua pratica seduto in ufficio senza muoversi, ma comunque più velocemente di prima, godendo solo di un vantaggio tempistico.

 

Dopo essersi iscritti agli enti citati sopra, bisogna avvisare il comune per l’apertura del proprio esercizio, devi sapere che grazie alla riforma del commercio introdotta dal decreto legislativo 114 del 31 marzo 1998, adeguando le normative a quelle dei paesi europei, e grazie alla legge di Bersani che ha liberalizzato e semplificato l’apertura di un negozio inferiore ai 250 mq  di superficie in un comune con più di 10.000 abitanti, e che quindi  non ha bisogno più il rilascio della licenza da parte del comune.
 

Ma si ha solo l’obbligo d’inviare una comunicazione al sindaco e non c’è neppure più l’obbligo d’ iscriversi  e seguire corsi Rec  che una volta era un vincolo per tutte le attività commerciali, oggi quest’obbligo rimane solo a bar e ristoranti, mentre per aprire un tabacchi la licenza viene rilasciata dai monopoli di stato.

 

___________________________________________

 

Adesso ti sto per parlare di  una importante informazione che se sei giovane, ti riguarda e potrebbe d’arti una grande mano soprattutto all’inizio della tua attività commerciale.
Ti consiglio di valutare questa opportunità che lo stato sta offrendo  ai giovani che vogliono intraprendere un’attività in proprio, continua a leggere per capire di cosa parlo. _______________________________________
Ecco come puoi  risparmiare con le tasse  se  sei giovane 1.4.
Se hai meno di 35 anni, hai la possibilità di aprire una partita iva adottando il Regime dei minimi risparmiando molto sulle tasse, proprio quello e che serve per incentivare i giovani con nuove attività .
La manovra finanziaria 2011 ha modificato il sistema dei regimi fiscali agevolati.  Finora ne esistevano due, il regime dei contribuenti minimi, detto anche forfettone, e il regime agevolato per le nuove iniziative produttive, detto anche forfettino come si apre una partita iva qual'è la procedura giusta per aprirla

L’articolo 27 della Manovra Finanziaria 2011 – dl n. 98/2011 convertito dalla legge n.111/2011 – ha introdotto la riforma del regime dei minimi, che è entrata in vigore il primo gennaio 2012. Sul reddito conseguito si applica ora un’imposta sostitutiva di IRPEF e relative addizionali del 5% (non più del 20%).
Il regime agevolato è applicabile per il periodo d’imposta di inizio attività e per i 4 successivi. Per i più giovani, è applicabile anche oltre i primi 5 esercizi, ma solo fino al compimento dei 35 anni d’età.
Consigliato per :
Le piccole partite iva, professionisti ed imprese, che operano nel settore dei servizi ed hanno pochi costi da scaricare e non risultano quindi danneggiati dalla indetraibilità dell'IVA, i vantaggi aumentano all'avvicinarsi alla soglia limite dei ricavi 30.000 euro. Da valutare l'utilità del regime caso per caso con il proprio commercialista al diminuire dei ricavi complessivi.
Chi ha altri redditi e può evitare il cumulo ( es. lavoratore dipendente che decide di aprire una partita iva ).
Questi sono i requisiti da rispettare :
Il regime dei contribuenti minimi è riservato alle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato che svolgono attività d'impresa, arte o professione, e che nell'anno solare precedente hanno conseguito ricavi o compensi in misura non superiore a 30mila euro.
Limite all'acquisto di beni strumentali :
il soggetto che opta per il regime semplificato non deve aver effettuato cessioni all'esportazione e non deve aver sostenuto spese per lavoro dipendente o per collaboratori. Inoltre, non deve aver erogato somme in forma di utili di partecipazione agli associati né aver acquistato, anche mediante contratti d'appalto e di locazione, nei tre anni precedenti a quello di entrata nel regime, beni strumentali di valore complessivo superiore a 15mila euro.
Il contribuente non deve aver esercitato nei 3 anni precedenti attività d’impresa, artistica o professionale, neanche in forma associata o familiare.
La nuova attività non deve costituire mera prosecuzione di altra attività (medesimo contenuto economico, beni, clienti e organizzazione di mezzi necessari al suo svolgimento), precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo (comprese le forme di collaborazione coordinata e continuativa), a meno che non si sia trattato di un periodo di pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio dell’arte o professione.
Il nuovo regime fiscale: esoneri, semplificazioni e niente studi di settore!
L'adesione al regime dei contribuenti minimi comporta l'esonero dagli obblighi di liquidazione e versamento dell'Iva e da tutti gli altri obblighi previsti: registrazione delle fatture emesse, registrazione dei corrispettivi, registrazione degli acquisti, tenuta e conservazione dei registri e documenti (con l'eccezione delle fatture di acquisto e le bollette doganali d'importazione), dichiarazione e comunicazione annuale e per concludere, compilazione e invio degli elenchi clienti e fornitori. Anche ai fini delle imposte sui redditi, i contribuenti minimi sono esonerati dagli obblighi di registrazione e tenuta delle scritture contabili. E, non essendo soggetti né agli studi di settore né ai parametri, sono inoltre esonerati dalla compilazione del modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore.
 Esenzione IRAP, l'adesione al regime dei contribuenti minimi comporta anche l'uscita dalla platea dei soggetti sottoposti al calcolo e al versamento dell'imposta sulle attività produttive.
Ti consiglio di valutare bene questa possibilità con il tuo commercialista che saprà consigliarti in base all’attività da te scelta se aderire o no. consigli e domande sui finanziamenti pubblici per aprire un'attività in proprio come si fa dove si va.